I cinquant'anni della fiera di Caorle

E' la più importante manifestazione del Nordest italiano

dedicata alla ristorazione, all'accoglienza ed all'ospitalità. Stiamo parlando della Fiera dell'Alto Adriatico, rassegna nata vent'anni fa grazie alla fusione tra i Saloni di Caorle e di Jesolo.

Per Caorle la kermesse di quest'anno avrà un sapore speciale, rappresentando, infatti, la cinquantesima edizione se si contano anche quelle della precedente “Fiera dell'Albergatore”.

La Fiera del 2020, che prenderà il via il 16 febbraio per concludersi il 19 febbraio, sarà dunque un appuntamento in grande stile, ricco di memoria e romanticismo perchè legato ai ricordi dei tanti imprenditori che, con il loro impegno, hanno reso Caorle una delle realtà turistiche più amate dello Stivale. La Fiera sarà però anche il momento di ideale inizio della stagione turistica, una stagione che si preannuncia ricca di novità per Caorle e positiva nei numeri. Sono proprio i numeri della Fiera a confermare quanto le stesse imprese fornitrici degli operatori del ricettivo e della ristorazione siano pronte a scommettere sul buon andamento della stagione estiva 2020.

Il numero di richieste degli standisti per la kermesse di quest'anno è stato ampiamente superiore alle attese: già a novembre tutti i posti messi a disposizione dagli organizzatori della Fiera (Venezia Expomar Caorle e Associazione Jesolana Albergatori) erano già andati a ruba, nonostante quest'anno ai 5mila metri quadrati di superficie espositiva del Palaexpomar se ne aggiungeranno altri 1200 grazie ad una tensostruttura riscaldata, da installare appositamente per offrire maggiori spazi agli espositori.

Anche il numero di marchi prestigiosi di prodotti alimentari, beverage, attrezzature, software ed arredamenti che verranno messi in vetrina negli stand supererà quota 300. C'è tanta voglia di turismo, insomma, a Caorle e tanta voglia da parte degli imprenditori del posto di far trovare ai propri ospiti, già in primavera, strutture ricettive riqualificate e sempre più dotate di comfort che possano rendere la vacanza ancor più soddisfacente. 

Come sempre a far da contorno all'attività fieristica saranno una serie di convegni, show cooking e seminari ideati principalmente per gli operatori del ricettivo e della ristorazione, ma pensati anche per attrarre il pubblico dei visitatori. Tra gli eventi inseriti nel calendario della Fiera vi sono, ad esempio, le degustazioni di spumanti “metodo classico” veneti e friulani proposti dalle delegazioni Fisar di Portogruaro e di San Donà di Piave in occasione della giornata inaugurale della kermesse (ore 15 domenica 16 febbraio) e la prima tappa del campionato italiano di “Pizzaioli d'Italia”, dedicata alla “Pizza di mare” che si disputerà lunedì 17 a partire dalle 10 del mattino. Da non perdere anche gli show cooking, a cura dell'Ente Bilaterale del Turismo della Provincia di Venezia, dedicati al cibo etnico gourmet (lunedì 17), al finger food, ai cicchetti ed al “piatto di benvenuto” (martedì 18) ed alle colazioni (mercoledì 19).

 Prenota con noi se vieni in fiera a Caorle

 

Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalita' d'uso dei cookie. Se prosegui nella navigazione in questo sito acconsenti all’uso dei cookie.